Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2022

LUIGI REINA, Tra Tevere e Senna – Per arte con amore... di DANTE MAFFIA

Immagine
    L’ArteCheMiPiace - Libri da leggere LUIGI REINA, Tra Tevere e Senna – Per arte con amore di Dante Maffia |25|Marzo|2022| LUIGI REINA, Tra Tevere e Senna – Per arte con amore , Canterano (Roma), Aracne, pp.203. Perentoria e immediata mi è affiorata un’affermazione di Oscar Wilde leggendo questo romanzo: “Non esistono libri belli o libri brutti, esistono libri scritti bene o scritti male”. E lo dico perché di solito i professori universitari, i titolari di cattedra di letteratura, sono pallosi e ampollosi quando si cimentano nella narrativa o nella poesia. Qui invece tutto è limpido, tutto è scritto con chiarezza, con il piacere della scrittura che si fa subito piacere delle lettura nel lettore. Oltre a ciò, a me personalmente l’opera ha molto intrigato perché da decenni vado catalogando (sogno di ricavarne un libro importante e raffinato nel solco di “ut pictura poiesis”) romanzi che abbiano per protagonista un pittore o un quadro. Filippo Corsi è pittore, con una perizia e un’abili

Arianna Ciofi - Ogni giorno un po' di più, ogni giorno un po' di meno.

Immagine
  L’ArteCheMiPiace - Artisti Ogni giorno un po' di più, ogni giorno un po' di meno Arianna Ciofi  di Giuseppina Irene Groccia |20|Marzo|2022| Anche in pieno lockdown, Arianna Ciofi , non ha mai smesso di dare forma alla sua creatività dando vita ad un progetto fotografico dal titolo “ Ogni giorno un po’ di più, ogni giorno un po’ di meno ” Si tratta di un interessante percorso d’immagini, nel quale la fotografa immortala visioni d’interni con molta introspezione. Scatti che raccontano l’esperienza  del lockdown in casa come una preziosa documentazione visiva, che nasce dallo sguardo e con la quale cerca di dare una risposta fotografica al tempo vissuto, utilizzato e scandito durante l’emergenza. La fotografia si dimostra così, ancora una volta, una espressione culturale dove proiezioni e oggetti reali si sovrappongono, portando lo spettatore ad interrogarsi su quelli che sono i confini fisici ed interiori, responsabili di limitazioni solitamente imposte dall’esterno. Sarà lei s

Il pittore Alexander Ozerski colpevole di essere Russo….

Immagine
  L’ArteCheMiPiace - Cappuccio e Brioche con... Il pittore Alexander Ozerski colpevole di essere Russo…. di Alessio Musella  |18|Marzo|2022| Alexander Ozerski vive in Italia da oltre 30 anni, ma oggi la sua colpa sembra essere quella di essere Russo. Alexander è un pittore interessante ed è maestro d'arte, sono in molte le  persone a Parma , dove vive,  e non solo, che hanno imparato a disegnare grazie ai suoi corsi. Ma in questo periodo è stata cancellata una sua mostra  su miti e cultura slava . Capro espiatorio  un quadro con la scritta «Cccp», la sigla dell’Urss, legato alla vita di sua nonna, ma la cultura di un popolo  non deve essere censurata mai .   Lo spazio espositivo « Lostello » della Cittadella di Parma, a un mese dal 9 aprile, data prevista per l’inaugurazione di una mostra precedentemente concordata,  ha bloccato tutto, dicendo che in questo periodo delicato non poteva «permettersi di ospitare quadri con rimandi politici». Alexander Ozerski prima della pandemia ave